So.Di.Co con l'Associazione Loto con le donne malate di tumore ovarico

NON SAI MAI QUANTO SEI FORTE, FINO A QUANDO ESSERE FORTE È LA SOLA SCELTA CHE HAI

Da anni So.Di.Co collabora attivamente con l’associazione no profit Loto nella sua attività quotidiana a sostegno delle donne colpite da tumore ovarico. Il carcinoma ovarico è il tumore ginecologico con il più alto tasso di mortalità che colpisce più spesso donne di età superiore a 50 anni, ma può colpire anche donne più giovani. L’assenza di sintomi particolari nella fase precoce fa si che la diagnosi arrivi relativamente tardi a malattia avanzata.

 

Qualsiasi tipo di tumore colpisce nel profondo ogni persona: ma il tumore ovarico in particolare tocca un organo simbolo dell’identità femminile, l’organo della fecondità, dell’essere madre e donna.  Le cure invasive, gli interventi chirurgici a cui spesso è necessario sottoporsi sono momenti con impatti fisici, emotivi e psicologici particolarmente forti: disagio, rabbia, ansia, paura e sconforto sono le reazioni più comuni, diffuse e prevedibili che, a volte, possono prendere il sopravvento e diventare ostacoli enormi da superare senza il supporto di qualcuno. E’ questo il grande lavoro quotidiano svolto dai volontari dell’Associazione Loto: aiutare le donne colpite da tumore ovarico ad affrontare e superare con coraggio, ottimismo e determinazione la malattia.

 

La condivisione di emozioni, vissuti, esperienze è in molti casi fondamentale per trovare la forza ed il coraggio di lottare e continuare a vivere una vita normale nonostante la malattia. Insieme ai volontari dell’Associazione Loto le donne vivono la forza della solidarietà, non si sentono sole di fronte al mostro della malattia e scoprono atteggiamenti nuovi, strategie o semplici parole che le aiutano ad affrontare positivamente il lungo percorso della malattia e delle cure.

 

Insieme ai gruppi di meditazione e supporto psicologico, ai momenti di yoga ed ai percorsi nella natura, l’Associazione Loto ha organizzato con So.Di.Co una giornata dedicata al make up per aiutare le donne colpite da tumore ovarico a riscoprire la loro naturale bellezza, a valorizzare il loro corpo, il loro viso provato dalla sofferenza ma ancora più bello con i segni della vita. Perché avere cura della pelle, truccarsi ed affrontare con il sorriso anche la caduta dei capelli significa riappropriarsi della propria identità di donna.

 

Il corso di make up si è svolta lo scorso 19 maggio presso il Villaggio della Salute Più, alle porte di Bologna, nello splendido paesaggio tra le colline ed i calanchi della Val Sillaro, in cui è possibile immergersi nella natura o scoprire i benefici della acque termali. Non a caso So.Di.Co ha scelto di stare vicino alle donne malate di tumore con il brand Naturaverde Bio e con la linea di make up interamente biologico e certificato, l’unico tipo di make up che si prende veramente cura della salute della pelle, sfruttando a pieno le proprietà ed i benefici degli ingredienti naturali e degli estratti biologici delle formulazioni.

 

Il make up, la cura del viso diventa uno strumento importante per affrontare con coraggio ed a testa alta una malattia come il tumore ovarico che toglie energie, fisiche e psicologiche. Il viso di ogni donna, specialmente di chi ha vissuto un’esperienza così devastante come la malattia, è un immenso libro di storia e di emozioni: gli occhi delle donne sono le finestre che consentono di raggiungere il loro cuore.

 

Con il make up biologico Naturaverde Bio, So.Di.Co e Loto, sono riusciti a portare luce e speranza sul viso delle donne malate di tumore ovarico, facendo riscoprire quel tipo di bellezza naturale che ogni donna ha innata e che non può che essere valorizzata. Anche e soprattutto durante la malattia un tocco di rossetto serve a sentirsi belle, un po’ di fard illumina il volto, un velo di terra fa sentire baciate dal sole anche in una stanza di ospedale ed un bel make up occhi fa correre lontano lo sguardo, verso la speranza e la serenità.